Luce e tenebre

Quand'eri bambino il buio ti atterriva. Quand'eri bambino il buio rifuggivi. Ma nei tuoi incubi ti afferrava. Oggi forse hai più di coraggio. Ma le tenebre in agguato stanno. La Luce si è fatta innanzi. La Luce ti ha sedotto. E tu ti sei lasciato sedurre. La Luce ha sconfitto le tenebre e ti ha … Leggi tutto Luce e tenebre

Dicembre 2005

Eri rimasta lì dopo il sole dopo le risa dopo i giochi gli assalti e le arrampicate. Eri rimasta lì ammantandoti di gelo incurante della nebbia in solida attesa. Di altro sole di altre risa di altri giochi di altre arrampicate. Foto (e testo) © Mario Barbieri

Quanta strada assieme…

Quanta strada assieme, quanta strada... Ancora stringo la tua mano, come quel giorno... Come quel primo giorno. Non la lasciare, non mi lasciare... Mi lascerei morire. Stringendo la tua mano, senza parlare. Foto (e testo) © Mario Barbieri

Disteso…

Né in cielo né in terra stai disteso, ad un filo appeso. Aspetti di aprire gli occhi... o almeno che qualcuno ti tocchi. Photo © Nick Sparks Testo © Mario Barbieri

Solo per te…

Solo per te i colori quel giorno, cangianti in un arcobaleno danzante. Così trasparenti da vederci il futuro, si modellavano senza una forma. Non puoi trattenerti li afferri... svaniscono in quell'istante! Come un sogno al risveglio... restano dita bagnate di freddo. Foto (e testo) © Mario Barbieri

Rimpianto…

Ti vedo come fosse ieri. Non ferma la canizie i miei pensieri, i desideri. Guardo senza pudore nel segreto, quel che senza pudore nel segreto a me hai donato. E dolce amaro si fa il ricordo... Non per la decadenza ma per la tua straziante assenza. Foto © Antonio Trogu - Testo Mario Barbieri